Valutazione dei rischi nelle attività estrattive

Redazione del documento di sicurezza e salute (DSS).

Foto di una cava di inerti.

Il documento che si occupa della valutazione dei rischi effettuata nelle attività estrattive, quali cave e miniere, prende il nome di DSS (documento di sicurezza e salute) al posto del classico DVR. Quando questo documento è unico e si occupa anche della gestione delle attività interferenziali, prende il nome di DSSC (documento di sicurezza e salute coordinato) al posto del classico DUVRI.

Nel caso delle attività estrattive, la normativa di riferimento è il D.Lgs. 624/1996. Certamente trova altresì applicazione anche il testo unico della sicurezza, il D.Lgs. 81/2008, in sostituzione dell'abbrogato D.Lgs. 626/1994 come riferimento delle misure generali di tutela. Per esempio vi è un riferimento alla riunione periodica, ai compiti del datore di lavoro, alla gestione degli appalti, ecc. Il decreto rimanda anche ad altre normative quali il DPR 128/1959 (Norme di polizia delle miniere e delle cave), il DPR 886/1979 (Integrazione ed adeguamento delle norme di polizia delle miniere e delle cave), ecc..

Il DSS, come tutti i documenti di valutazione dei rischi, deve riportare a sommi capi:

Le MPP dovranno essere adeguate al fine di ridurre i rischi fino a un livello ritenuto "accettabile" ovvero quasi 0 (zero). Le misure dovranno essere prima di tutto collettive e solo in un secondo momento individuali.

Se necessiti di aiuto per effettuare la valutazione dei rischi, contattami oggi stesso, posso darti un supporto tecnico. Se oltre alla redazione del DSS necessiti anche di un supporto continuo per la gestione degli adempimenti, delle scadenze, di effettuare la valutazione dei rischi specifici quali rumore, vibrazioni, incendio, ecc., posso supportarti anche in questo con una consulenza continuativa.

Condividi:
© Copyright
Inizia qui

Ti serve aiuto per effettuare la valutazione dei rischi presso la tua cava?

Contattami oggi stesso